"Il Presepe di Francesco" entra nell'Abbazia benedettina grazie al Coro "Parola di Vita"!
gen82023

Un commosso applauso ha chiuso lo spettacolo "Il Presepe di Francesco" cantato e interpretato lo scorso 6 gennaio dai componenti del Coro "Parola di Vita" diretto da Andrea Bertoldi.

Tra le luci che indirizzavano lo sguardo sui diversi momenti del Recital, i costumi accuratamente scelti e l'altissima professionalità degli artisti, e tra loro anche un nutrito gruppo di bambini e ragazzi, è stato trasmesso il cuore semplice e autentico di San Francesco autore del presepe che ancor oggi rende più calde e gaie le case nelle fredde giornate che attendono il Natale. Un messaggio di straordinaria potenza che acquista ancor più risonanza in uno scenario quale quello della basilica benedettina farfense. San Benedetto, raffigurato in diversi affreschi presenti nella chiesa abbaziale, quasi sembrava l'illuminato spettatore che ammirava l'opera di un suo altissimo e amato fratello. Ecco che possiamo vedere e narrare l'arte come magia, quella che sa trasformare, donare, che ci lascia quel "qualcosa" in più!

CENNI SULLA STORIA (ideata da Andrea Bertoldi): Sulla scena compare il Beato Tommaso da Celano intento a scrivere la sua "Vita Prima" che è la prima biografia di San Francesco. Siamo nel Convento di Assisi. Il capitolo raccontato, infatti, è proprio quello che riguarda il Presepe che San Francesco volle realizzare a Greccio nel 1223. Durante alcuni momenti del racconto, apparirà Santa Chiara a dare una commovente testimonianza di quanto accaduto in quei giorni e tutto sarà reso ancora più emozionante dall'esecuzione dei brani eseguiti dal Coro.
 
Complimenti a tutti gli artisti per la bellezza del canto, la potenza dei gesti e le Parole generatrici di vita!

Galleria fotografica