Centro Teologico Benedettino

Centro Teologico Benedettino

Perché un centro teologico ispirato a San Benedetto?

San Benedetto è stato un teologo?

O non è stato, piuttosto, soltanto un organizzatore della vita monastica?

Questo Centro Teologico Benedettino vuole mettere in piena luce un fatto finora troppo poco valutato: San Benedetto è stato un teologo, perché ha portato la teologia dal cielo sulla terra.

Egli, infatti, non ha elaborato grandi speculazioni, ma, illuminato dalla sapienza celeste, ha dato una forma divina alla vita quotidiana, non di un singolo individuo, ma di quanti partecipano alla stessa vita. Infatti nessuno vive da solo e, come già avevano insegnato gli apostoli, per vivere una vita santa bisogna che essa sia condivisa da tutti quelli che vivono insieme.

«Venite, figli, ascoltatemi, vi insegnerò il timore del Signore» (Regola di San Benedetto, Prologo [Sl 33, 12]).

San Benedetto mira a formare una stirpe santa, a far crescere una generazione nuova, che prosegua ed espanda la presenza dei figli di Dio nel mondo:


«Ai tuoi padri succederanno i tuoi figli;
li farai capi di tutta la terra.
Farò ricordare il tuo nome
per tutte le generazioni,
e i popoli ti loderanno in eterno, per sempre» (Sl 44, 17-18).


Come sarà una teologia che voglia servire a questo divino progetto? Essa non si racchiuderà nel mondo della teoria e della speculazione pura, ma discenderà ad illuminare la vita quotidiana dei monasteri, delle parrocchie, delle famiglie, attraverso:


I. la rigenerazione spirituale personale
II. il rinnovamento della lode di Dio, nel canto e nella preghiera liturgica e privata
III. l’accoglimento negli animi dei divini misteri della fede
IV. il rinnovamento della catechesi
V. la fecondità della vita così rigenerata per la vita del mondo

Pubblicazioni

Origine e Sviluppo del Rinnovamento Benedettino
eBook Teologia: Una visione sapienzale sul sacerdozio, la vita familiare e la vita consacrata di Don Massimo Lapponi

eBook Gregoriano: La perdita del Canto Gregoriano

Torna indietro